Redazione/ Settembre 21, 2019/ Eventi/ 0 comments

Artisti del riciclo creativo, artigiani e designer del riuso, show cooking del recupero, incontri, laboratori, attività green ed educational. E ancora concerti, spettacoli, interviste, racconti e workshop per promuovere la cultura della sostenibilità. Sono questi gli ingredienti principali di Fai la differenza, c’è… Circustenibile, che si propone, anche questa stagione, di raccontare e promuovere i contenuti dell’economia circolare alla scoperta della green e della blu economy.  Gli appuntamenti si svolgeranno sino al 18 settembre presso il Parco degli Scipionie dal 20 al 22 presso il Laghetto dell’EurTutte le attività saranno gratuite, e si concluderanno il 26 settembre con il workshop Le Buone Re-Azioni,  nella sede di Palazzo Brancaccio. 

Nel pomeriggio di sabato 21 settembre tornano i Fab/Lab Point, mentre alle 16:00 l’inaugurazione dell’Opera d’Urban Art Sociale di DanielaDazzi#NOVIOLENZA2.0 – mettiamoci in gioco per combattere la violenza di genere, che si pone l’obiettivo di recuperare con i giovani i valori e la cultura universale del rispetto reciproco. Il progetto è sostenuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le pari opportunità. Alle ore 18:30, lo spettacolo di cabaret con l’autore e l’attore comico Diego Parassole, Stanno arrivando i cambiamenti climatici e non ho niente da mettermi.

Lo spettacolo “Stanno arrivando i cambiamenti climatici e non ho niente da mettermi” prende spunto da un sapiente mix di alcuni dei migliori monologhi di “Che Bio ce la mandi buona!” e degli altri spettacoli di Parassole legati alle tematiche ambientali e affronta una serie di tematiche legate alla qualità della vita di ogni giorno, all’ambiente e all’ecologia in modo divertente, popolare ma “costruito” su una solida base scientifica. La comicità di Diego Parassole è in grado di miscelare risate e informazioni, battute e cronaca, realtà e finzione, costruendo un percorso che, in questo caso, permette di arricchire la coscienza ecologica degli spettatori. Lo spettacolo apre un ventaglio di argomenti che riguardano l’ecologia del quotidiano e affronta in maniera divertente una serie di argomenti che vanno dai cambiamenti climatici all’inquinamento, dall’auto elettrica alle condizioni dei mari e dei fiumi…E pone una serie di domande che portano lo spettatore ad affrontare in maniera divertente quelli che ormai sono tematiche di grande attualità: Come mai, pur vivendo nelle nazioni più ricche del mondo, noi occidentali facciamo fatica a essere felici? Perché siamo così consumisti da arrivare a buttare prodotti ancora funzionanti?

Perché produciamo tonnellate di rifiuti e come possiamo gestirle al meglio?

Come possiamo rendere i nostri comportamenti più sostenibili, diminuendo ad esempio l’utilizzo della plastica?

Perché l’acqua in futuro sarà un bene sempre più raro e prezioso?

Quale è il futuro dell’energia, come la produciamo e soprattutto come possiamo risparmiarla?

E tutti noi, cosa possiamo fare per rendere più sostenibili i nostri comportamenti?

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*